1907
Istituzione della Parrocchia a Sant'Antonio di Gallura

Il 5 novembre del 1907 venne istituita la parrocchia, intitolata a S. Antonio Abate.

1926
Completamento della strada Sant'Antonio - Calangianus

Viene completata la strada statale 446, che tutt’ora collega Sant’Antonio di Gallura al resto dell’alta Gallura, verso Calangianus, Luras e Tempio Pausania.

1932
Viaggio inaugurale della linea ferroviaria Luras - Palau

Il 18 gennaio 1932 viene inaugurato il tratto di ferrovia da Luras al capolinea della stazione portuale di Palau Marina, che per la prima volta attraversa anche la nuova stazione di Sant’Antonio.

1958
Inizio dei lavori di costruzione della Diga del Liscia

Alla presenza del sindaco di Calangianus e dell’Onorevole Antonio Segni, e del vescovo di Tempio, si posa la prima pietra e vengono avviate le opere di costruzione dello sbarramento sul fiume Liscia. Il progetto venne redatto dall’ing. Claudio Marcello, mentre i lavori furono affidati all’Impresa Pietro Cidonio di Roma. Della direzione dei lavori fu incaricato l’ing. Marcello D’Anna.

Link: Foto della Cerimonia di avvio dei lavori

1979
Sant'Antonio diventa Comune

Con la Legge Regionale n. 18 del 23/03/1979, il paese diventa comune autonomo, cambiando la denominazione precedente di Sant’Antonio di Calangianus, frazione del vicino comune gallurese.

Link al sito della Regione Sardegna, con il testo del provvedimento e l’indicazione dei nuovi confini.

1995
Restauro della chiesa di Sant'Andrea

Il restauro, condotto a cura della Soprintendenza per i Beni Archeologici, riporta alla luce sotto il pavimento della chiesa sepolture e reperti di epoca giudicale, che confermano le ricerche dei professori Dionigi Panedda ed Angelo Pittorru circa l’esistenza di un insediamento precedente al paese odierno, chiamato Villa de Castro.

2005
La Diga del Liscia raggiunge per la prima volta il massimo invaso

Il 20 gennaio 2005, a circa quarant’anni dalla sua costruzione, la diga raggiunge per la prima volta la quota di massimo invaso di 104 milioni di metri cubi d’acqua. Il mancato completamento e di alcune opere, nel frattempo eseguite, non aveva mai consentito prima che la portata della diga venisse consentita fino al livello originariamente previsto.

La Diga verrà poi definitivamente collaudata nel 2007.

Link: la notizia ed altre informazioni sul sito del Consorzio di Bonifica della Gallura